Riduttori e Martinetti - Informazioni generali

Impiegati, in particolare, nell'automazione e nella robotica, sono adatti anche all'impiego con motori, come sistemi di sollevamento e posizionamento.
Sono utilizzati nei settori più svariati: imballaggio; lavorazione legno, metallo, pietra, vetro, plastica e carta; nell'industria chimica, farmaceutica e alimentare; nei magazzini, manipolatori e convogliamento, nei processi produttivi, ecc. 

Riduttori modelli RD
Utilizzati per ridurre la velocità ed aumentare la coppia, permettendo un elevato gradi di flessibilità adattandosi a diverse tipologie di applicazione
e prodotti (pesi, dimensioni, consistenze e quantità diverse).
Sono efficienti, riducono i costi energetici, sono silenziosi e richiedono una manutenzione generale inferiore.
• 3 dimensioni definite con RD26 - RD40 - RD50
 Corpo in alluminio anodizzato nero , alberi in acciaio con trattamento superficiale indurente con elevata resistenza a usura e corrosione. 
• Svariati rapporti di riduzione e forme costruttive  con alberi di entrata e uscita maschi e femmina, per misure e diametri si fa riferimento alle dimensioni d'ingombro per ogni  modello presente in questo catalogo.
• Movimentazione manuale o motorizzata, disponibili flange per accoppiamento su lato macchina, motori e visualizzatori.
Versioni complete di flangia di fissaggio e prolunga albero per visualizzazione con indicatore di posizione "OP2 - OP3 - OP7 - EP7".
• Versioni con sensore magnetico, motorino e motoriduttore.

Martinetti modelli MAR
Utilizzati per sollevare, tirare, spostare, allineare e posizionare. 
• 2 dimensioni definite con MAR40 - MAR50.
• Svariati rapporti di riduzione.
• Carter in alluminio anodizzato, alberi e ingranaggi in acciaio induriti con trattamento superficiale, vite trapezia in acciaio inox AISI 304
• Movimentazione manuale o motorizzata, disponibili flange per accoppiamento con giunti, trasmissioni, rinvii angolari,motori e visualizzatori.
• Versioni complete di flangia di fissaggio e prolunga albero per visualizzazione con indicatore di posizione "OP2 - OP3 - OP7 - EP7".
• Possono essere utilizzati singolarmente oppure in gruppi opportunamente collegati tramite alberi, giunti e/o rinvii angolari 
• Sistemi e soluzioni chiavi in mano.

Photogallery

ESEMPI DI APPLICAZIONE
 
 

 

 
 
 
 

 

RAFFIGURAZIONE DEI CARICHI


I carichi agenti sugli alberi possono essere: radiali (forza radiale) ed assiali (forza assiale) in riferimento all’asse dell’albero stesso; possono essere in trazione o compressione (da indicare in fase d’ordine).

Fr - forza/carico radialeagisce in direzione perpendicolare all’albero/asse
Fa - forza/carico assiale agisce in direzione dell’albero/asse.
T = momento torcente 
 

COMPRESSIONE TRAZIONE

 

CALCOLO DELLA DURATA DEL RINVIO

Calcolo applicabile a tutti i  modelli presenti nel catalogo

DURATA TEORICA PREVISTA = 10.000H X Fu

         COPPIA CONSIGLIATA (Nm) 
Fu = -------------------------------------------------
         COPPIA APPLICATA (Nm)
   

 La durata di 10.000h è intesa alle seguenti condizioni di funzionamento:
•  Coppia applicata = coppia consigliata (vedi tabelle)
•  Massimo 8 ore al giorno
•  Temperatura di lavoro 20°
•  Assenza di urti

GLOSSARIO
FR  =  forza radiale
FA  =  forza assiale
R    =  rendimento
T    =  coppia trasmissibile
Tm =  coppia massima 
Tr   =  coppia consigliata
Ta   =  coppia applicata
To   =  coppia in uscita
Ti    =  coppia in entrata
Pn   =  potenza 
N     =  Newton
Nm  =  Newton metro
fu    =   fattore di utilizzo
i      =   rapporto di trasmissione
rpm =   giri al minuto (1/min)
n1   =   albero in entrata
n2   =   albero in uscita
M    =   albero di uscita sporgente/maschio
F     =   albero di uscita cavo cieco /femmina
F     =   albero di uscita cavo passante /femmina

 

⦿ Per un corretto dimensionamento è necessario conoscere: potenza trasmessa (Pn), momento torcente in uscita (T) e velocità di rotazione in entrata (rpm).
⦿ Per l’identificazione del rinvio/riduttore più adatto alle proprie esigenze, verificare i valori riportati in tabella per ogni modello. Qualora i carichi e i rendimenti reali siano molto vicini ai valori tabellari contattare l’ufficio tecnico.
⦿ Tutte le tabelle dimensionali riportano misure lineari espresse in ‹mm›, se non diversamente specificato. Tutti i rapporti di riduzione sono forma di ‹frazione› se non diversamente specificato. Tutte le forze, i rendimenti e i carichi sono espressi in ‹N o Nm› (10N ≅ 1Kg o 10Nm ≅ 1Kgm) se non diversamente specificato.

 

 

 

Accesso Area Riservata

Password dimenticata?


Richiedi l'accesso




*Campi necessari

INFO GENERALI IT  EN 
Clicca qui per scaricare >

GENERAL INFO EN  DE 
Clicca qui per scaricare >

INFO GENERAL FR  ES 
Clicca qui per scaricare >