PR10-PR20

Trasduttori potenziometrici rotativi

Sono trasduttori potenziometrici che convertono un movimento rotativo in una variazione di resistenza. Sono costituiti da un potenziometro rotativo di precisione che, tramite un'opportuno sistema di trasmissione, riceve il moto da un albero di comando.

Forniti con potenziometri da 1, 3, 5, o 10 giri con rapporti di trasmissione tra albero di comando e potenziometro in moltiplica o in riduzione.
A protezione del potenziometro il riduttore è provvisto di opportuna frizione.
Per l'utilizzo di questi trasduttori è fondamentale conoscere il numero di giri che l'albero di comando deve compiere per effettuare la corsa totale da misurare: vedi tabella nella sez. "Tabella passi/rapporti".

• PR20- é ad albero passante foro Ø20 mm
• PR10 esce con un alberino Ø6 x 14 mm
• PR20-I, -V sono provvisti di interfaccia analogico integrato con alimentazione a 24Vdc: PR20-I con uscita 4-20mA; PR20-V con uscita 0-10V.

L'abbinamento del trasduttore ad un visualizzatore elettronico (V3P, V4P, P3X) fornisce un sistema economico, semplice ed efficace per la misura di spostamenti su macchine utensili, macchine automatiche, macchine lavorazione del legno, del marmo, con risoluzione non superiore a ±0,1mm.
Realizzati in contenitori antiurto autoestinguente resistenti a solventi, benzina, olii, grassi.

                                 

PR10                                              PR20                                            PR20C
con albero Ø6 x 14 mm         con led di segnalazione             con connettore 

Photogallery

PR10


1. Fori di fissaggio
2. Piolino di fermo 

PR20


1. Piolino di fermo
2. Grano di fissaggio 
3. Fori di fissaggio


Collegamento elettrico PR10,PR20: Cavo lunghezza 2,5,10 metri
PR20C: Connettore 4 poli
Colore Grigio RAL 7004
Compatibilità elettromagnetica - EMC 2014/30/EU
Grado di protezione IP54
Linearità ± 0,25%
Peso 180 gr
Potenza Nominale 1 W
Potenziometri (giri) 1, 3, 5, 10
PR10: albero di uscita Ø6 x 14 mm
PR20, PR20C: albero passante foro 20 H7
Rapporti di trasmissione PR10 1/2, 1/1,25 in moltiplica e 1/1, 1.25/1, 1.33/1, 2.66/1, in riduzione
Rapporti di trasmissione PR20 1/3, 1/2, in moltiplica e 1/1,3.3/1,10/1,12/1,18/1,24/1,30/1,54/1,72/1,90/1, in riduzione
Resistenza 10 kOhm
Rotazione massima 340° ±4°
1080° ±10°
1800° ±10°
3600° ±10°
Temperatura di impiego -10 ± 70°C
Umidità relativa 10 ± 90 %
Velocità massima di rotazione con rapporto 1/1 400 RPM, 1000 RPM per brevi periodi

Gli strumenti della serie P_X sono posizionatori monoasse programmabili con uscita a relé o analogica che elabora segnali forniti da trasduttori incrementali quali encoder e righe ottiche, banda magnetica.
La possibilità di creare programmi di lavoro personalizzati, li rende estremamente versatili (macchine da taglio, piegatrici, ecc.). Per ottimizzare l’accuratezza del posizionamento, è prevista l’introduzione di alcuni parametri in grado di compensare l’inerzia del sistema, i giochi e l’usura degli accoppiamenti meccanici. Il posizionamento è gestito dalle uscite a relé Start/Stop, Avanti/Indietro, Lento/Veloce, Fine Posizionamento. E’ possibile disporre di un’uscita analogica in tensione configurabile come -10 +10V oppure 0 +10V o l’uscita in corrente 4÷20mA per il controllo di inverter o azionamenti. Gli ingressi del posizionatore Start, Emergenza, Preset, Contapezzi ed ingressi di conteggio sono tutti optoisolati.
➤ Altre caratteristiche sono: modalità di lavoro automatica/semiautomatica, manuale, assoluta/linea, memorizzazione di 99 quote di posizionamento con possibilità di programmare il numero di pezzi da eseguire in successione e il numero di ripetizioni del ciclo; funzione di test per la verifica di ingressi e uscite; collegamento via seriale RS232 o RS485 MODBUS RTU. Si possono memorizzare fino a 99 quote.
• P1X: la tastiera a 16 tasti ed 8 indicatori di funzione rendono semplice ed immediato l’uso e la configurazione del posizionatore.
• P2X: la programmazione avviene con grande facilità mediante quattro tasti posti sul pannello frontale; un display ausiliario a due caratteri permette una programmazione guidata oltre a visualizzare alcuni parametri durante la lavorazione. 
• P3X: elabora segnali forniti da trasduttori di posizione potenziometrici lineari o rotativi. La tastiera a 16 tasti con 6 indicatori di funzione rendono semplice ed immediato l'uso e la configurazione del posizionatore.

Gli strumenti della serie V_P sono visualizzatori multifunzione a microprocessore con ingresso da trasduttore potenziometrico, particolarmente indicati per la rilevazione di quote lineari ed angolari.
La realizzazione a microprocessore e l’impiego di moderne tecniche di conversione analogico-digitali consentono di ottenere eccellenti prestazioni in termini di facilità di taratura, risoluzione, stabilità, velocità di conversione, costo, permettendo l’implementazione di alcune funzioni di particolare interesse nelle applicazioni industriali: quota assoluta/relativa, compensazione diametro utensile, ecc.. La taratura e la programmazione si effettuano con grande facilità mediante quattro tasti posti sul pannello frontale. Mediante calibrazione in autoapprendimento è possibile adattare l’escursione della variabile di ingresso alla scala di lettura desiderata.
• V3P: la quota misurata può essere confrontata con 3 soglie di intervento per l’attivazione di altrettanti relé, il cui stato é visualizzato mediante led.
Modelli: V3P- visualizzati, V3P-3 visualizzati con 3 interventi ON/OFF.
• V4P: la quota misurata può essere confrontata con 2 o 3 soglie di intervento impostabili per l’attivazione di altrettanti relé il cui stato è visualizzato mediante led. Due le uscite analogiche, una in tensione 0÷10V o –10 +10V, l’altra in corrente 4÷ 20mA a 12 bit di risoluzione. E’ possibile configurare lo strumento e verificarne lo stato attraverso interfaccia seriale RS485 con protocollo MODBUS RTU.
Modelli: V4P- visualizzate; V4P-2 con 2 interventi a relé in scambio; V4P-3 con 3 interventi a relé ON/OFF; V4P-T con uscita analogica in tensione e corrente; V4P-2T 2 interventi e uscita analogica in tensione e corrente; V4P-RS485 uscita seriale RS485 protocollo MODBUS; V4P-2RS485 2 interventi a relè e uscita seriale RS485.

L’interfaccia INT.P converte il segnale fornito da un trasduttore potenziometrico in una corrente 0-20mA, 4-20mA o in una tensione 0-10Vdc.
L’applicazione tipica è la trasmissione in corrente o in tensione del segnale fornito da un trasduttore potenziometrico remoto nei sistemi di supervisione a distanza. Caratteristiche salienti dell’interfaccia P sono il basso costo e la semplicità di taratura: agendo su due trimmer è possibile riferire tutto il range di uscita alla corsa delpotenziometro effettivamente utilizzata.Lo strumento è realizzato in un contenitore della misura di 3 moduli per il montaggio su guida DIN EN50022.

VERSIONI:

INTP0 Alimentazione 115Vac
INTP1 Alimentazione 230Vac
INTP2 Alimentazione 24Vac
INTP3 Alimentazione 115Vdc


CARATTERISTICHE TECNICHE: 

Alimentazione 115Vac, 230Vac, 24Vac, 24Vdc 3VA
Impedenza di ingresso 1 Mohm
Input potenziometro 1÷50 Kohm
Linearità infinita
Max. impedenza di carico per uscita in corrente 600 Ohm
Min. impedenza di carico per uscita in tensione 1Kohm
Risoluzione in uscita 12 Bit
Temperatura di impiego 0÷50°C
Umidità relativa 10 ÷ 90 %
Uscita 0÷10 Vdc; 4÷20mA; 0÷20mA
Compatibilità elettromagnetica - EMC 2014/30/EU


DIMENSIONI D'INGOMBRO




Accesso Area Riservata

Password dimenticata?


Richiedi l'accesso




*Campi necessari

PR10-PR20 IT-EN-DE
Clicca qui per scaricare >

PR10-PR20 IT-FR-ES
Clicca qui per scaricare >

CALCOLO DEL RAPPORTO DI TRASMISSIONE
Per ottimizzare la precisione del PR20: scegliere un rapporto di trasmissione e un potenziometro che combinati diano un numero di giri di poco superiore al numero di giri necessario per coprire la corsa.
➤ I potenziometri sono da: 1 giro (340°), 3 giri (1080°), 10 giri (3600°) con una serie di rapporti (come da tabella seguente) in riduzione o moltiplica.
Esempio 1. Il trasduttore deve fare 2030 giri totali per avere tutta la corsa del potenziometro: POT 10G R 24/1 - 24x 10 = 240 G (è sempre meglio avere qualche giro in più).
Esempio 2. Una vite con madre-vite passo 4 che deve fare uno spostamento di 550mm (non si conoscono i giri totali ma il passo e la distanza): 550 : 4 = 137,5 giri che servono per fare lo spostamento, con il numero di giri scelgo il rapporto: POT 5 G R 30/1 - 30x 5 = 150G.
Esempio 3, misurare in gradi. Uno spostamento angolare di 105°: utilizzo POT 1 G (340°), per gli spostamenti angolari è sempre meglio usare il POT da 1 giro. R 1/3 in moltiplica - 340:3 = 113,5° a disposizione.

PR20 - in moltiplica PR20 - in riduzione PR10 - in moltiplica PR10 - in riduzione

1/3

1/1

1/2

1/1

1/2

3,3/1

1/1,25

1.25/1

10/1

1.33/1

12/1

2.66/1

18/1

24/1

30/1

54/1

72/1

90/1

tag utili

trasduttori rotativi potenziometrici e incrementali, vendita trasduttori rotativi potenziometrici e incrementali, progettazione trasduttori rotativi potenziometrici e incrementali, programmazione trasduttori rotativi potenziometrici e incrementali, produzione trasduttori rotativi potenziometrici e incrementali, montaggio trasduttori rotativi potenziometrici e incrementali, trasduttori rotativi potenziometrici, vendita trasduttori rotativi potenziometrici, progettazione trasduttori rotativi potenziometrici, montaggio trasduttori rotativi potenziometrici